Le tre cose che abbiamo imparato da Sheffield United-Arsenal 1-2

0
206

L’Arsenal è la seconda semifinalista di FA Cup. Dopo il successo del Manchester United sul Norwich, la formazione di Arteta batte lo Sheffield United in una gara vibrante decisa proprio nel finale. All’8 il Var annulla per fuorigioco il vantaggio dei padroni di casa firmato da Lundstram, quindi al 25′ passano i Gunners grazie al rigore di Pepe. Partita nervosa che scorre via fino all’87’ quando McGoldrick approfitta di un clamoroso svarione difensivo dell’Arsenal e pareggia. In pieno recupero, però, Ceballos regala la gioia ai londinesi con un colpo da biliardo nel traffico e fa scattare la festa.

Sheffield United-Arsenal 1-2: 25′ rig. Pepe (A), 87′ McGoldrick (S), 91′ Ceballos (A)

Il migliore: Nicolas Pepe. Senza Aubameyang è maggiormente responsabilizzato. Oltre al gol dal dischetto, fornisce una prestazione costante.

Le tre cose che abbiamo imparato da Sheffield United-Arsenal:

  • La difesa a tre dell’Arsenal intravista contro il Southampton porta la seconda vittoria consecutiva, ma i problemi non sono risolti per i Gunners là dietro. La sensazione che il gol potesse arrivare da un momento all’altro è stata costante per tutta la gara.
  • La vittoria all’ultimo minuto dà una spinta enorme dal punto di vista del morale all’Arsenal che dopo una ripartenza complicata può trovare continuità di risultati e oltre a poter sognare un trofeo con l’FA Cup può ancora dire la sua nella corsa ad un piazzamento europeo in Premier League.
  • L’effetto sorpresa sembra finito per lo Sheffield. Dopo la ripresa sono arrivati un pareggio e tre sconfitte. La brillantezza fisica che faceva sognare anche la Champions sembra venuta meno in questa nuova era.