Premier League, il recap delle partite di ieri: il Chelsea rinsalda il quarto posto, l’Everton crolla

0
43
Kai Havertz (@Imago)
Spread the love

Negli anticipi della giornata che, in caso di sconfitta del Manchester United contro il Liverpool, potrebbe regalare al Manchester City il campionato direttamente dal divano, altri movimenti importanti si sono verificati nella classifica di Premier League.

Il Chelsea infatti, vittorioso sul campo del Fulham per 2 a 0 grazie alla doppietta di un Kai Havertz sempre più protagonista, rinsalda il proprio quarto posto, mettendo pressione alla sorpresa del campionato, il West Ham, ora a -6 e atteso dal Burnley domani. Ora la Champions sembra assicurata senza troppi patemi per la banda di ragazzi terribili di Tuchel. Per il Fulham questa pare invece la pietra tombale definitiva sulla retrocessione. L’ultima ancora di salvezza infatti, il quartultimo posto, dista ormai ben 9 punti a 4 giornate dal termine della stagione.

Sempre in zona Europa, l‘Aston Villa, in netta risalita dopo una fase non esaltante, ha la meglio in trasferta sull’Everton di Carlo Ancelotti, ora a serio rischio di rimanere fuori dalle coppe europee dopo una prima parte di stagione esaltante. Al vantaggio ospite di Watkins, prova a reagire il solito Calvert-Lewin, ma a dieci minuti dal termine arriva la rete che chiude il match di El Ghazi. L’Everton ora è all’ottavo posto a 52 punti, mentre l’Aston Villa sale al nono a 48 punti, mettendo nel mirino proprio i Toffees.

Nell’ultimo match andato in scena ieri invece il Leeds di Marcelo Bielsa incappa in un’inaspettata sconfitta contro il Brighton. I padroni di casa meritano i 3 punti e confermano l’ottimo momento di forma che li ha portati nettamente in salvo, con 10 punti di vantaggio sul terzultimo posto del Fulham. A regalare la vittoria dei padroni di casa sono il rigore di Pascal Groß a inizio gara e il sigillo nel finale di Danny Welbeck. Il Leeds rimane quindi al decimo posto a 47 punti, con il serio rischio però di venire sorpassato dall’Arsenal, ad una sola lunghezza ma con una partita in meno.