«Announce Fekir!», fenomenologia di un tormentone

Il tormentone: «announce Fekir!» due anni fa, Mbappe e Havertz quest'anno. Cosa c'è di vero dietro i tweet di tantissimi tifosi del Liverpool

0
165

Momento: giugno 2018. Luogo: Twitter. Il Liverpool ha perso da poco più di una settimana l’ottava finale di Coppa dei Campioni/Champions League disputata nella propria storia. Morale: non così basso quanto ci si aspetti in effetti. Michael Edwards, direttore sportivo del club di Anfield, ha permesso al Liverpool di annunciare l’arrivo di Fabinho meno di 72 ore dopo il fischio finale a Kiev. Passa poco più di una settimana e i social impazziscono. Il motivo è molto semplice: i Reds sono a un passo dall’acquisto di Nabil Fekir. Il giocatore francese ha letteralmente estasiato le folle nell’ultima stagione e il Liverpool ha messo gli occhi su di lui. I tifosi sui social, Twitter in particolare, fanno partire il tormentone: «Announce Fekir!». Destinatario di questa ‘esortazione’ è James Pearce, giornalista del Liverpool Echo, oggi all’Athletic.

L’inizio del tormentone

Nel giro di pochi giorni i Reds rinunciano alla corsa a Fekir a causa, secondo le indiscrezioni, di dubbi sulla tenuta del ginocchio che viene da un brutto infortunio. L’affare non si concretizza, il Liverpool vira su Shaqiri, Fekir fa un altro anno all’OL prima di passare al Betis di Siviglia per £27 mln. Ma in quell’estate del 2018 tantissimi fan si rivolgono a Pearce che ha come unica colpa quella di sapere le notizie prima degli altri. Così ogni occasione diventa buona per far ripartire il tormentone: «Announce Fekir!», a cui lo stesso Pearce finisce, scherzosamente, per unirsi.

«Edwards do your thing»

Nel 2019 il Liverpool si gode l’anno della definitiva svolta. Verso l’estate un nuovo trend topic domina Twitter: #Mbappe2019. Il tutto nasce da alcuni complimenti che il giocatore transalpino avrebbe rivolto alla squadra di Klopp, fresca vincitrice della Champions League. Inutile dire che tutti gli account degli insider del Liverpool vengano subissati di messaggi che dicono tutti la stessa cosa: «Announce Mbappe!». Non c’è nessuna voce di mercato, nessun elemento che porti a pensare che il talentissimo francese possa sbarcare in Inghilterra. Solo il gusto di far partire un tormentone.

La cosa sembra finire lì. Poi Nike ufficializza qualche settimana fa la partnership con il Liverpool a partire dal prossimo anno. L’azienda dello swoosh ha tra i suoi talenti più acclamati proprio Mbappe. Riparte quindi il tormentone!

Questa volta il collegamento però potrebbe esserci, perché l’azienda che sponsorizza il Liverpool e Mbappe è la stessa, oltre al fatto che i Reds hanno sempre più soldi da spendere da tre anni a questa parte.

Inoltre, la BBC lo ha recentemente intervistato pubblicando questo breve estratto. Il francese, oltre a parlare un ottimo inglese, ha risposto a due domande sul Liverpool e su Alexander-Arnold, che gli ha ‘rubato’ l’esultanza dopo aver segnato il gol del definitivo 0-4 al King Power Stadium nel Boxing Day: «[i Reds] sono come una macchina, giocano ogni partita e vincono, vincono vincono. Sono sempre concentrati, hanno perso zero partite quest’anno in campionato. Non è facile».

Kylian Mbappe quest’anno in azione col PSG. Photo by getty Images

Il giocatore ha anche detto di essere grato al PSG per averlo fatto diventare una superstar, rimandando però qualsiasi discorso sul suo futuro alla fine della stagione. Questo ha già scatenato i tifosi in rosso: un utente ha persino invitato Michael Edwards a darsi da fare: «Edwards do your thing», in estrema sintesi. Inutile dire che uno dei trend topic di quest’anno sia già adesso #Mbappe2020.

I due gioielli del mercato estivo

Oltre Kylian Mbappe l’altro gioiello al centro delle attenzioni della tifoseria del Liverpool sarebbe Kai Havertz. 21 anni a giugno, tedesco, pezzo pregiato del Bayer Leverkusen. Fa il suo esordio a 17 anni, diventando il più giovane giocatore delle aspirine ad aver mai esordito in Bundesliga. Pochi mesi dopo segna il suo primo gol, anche questo record lo porta ad essere il più giovane scorer nella storia del Bayer nel massimo campionato tedesco. Oltre a questi due record, perde nel 2019 contro Marco Reus la gara per il premio di German Footballer of the Year per una manciata di voti.

Havertz in precampionato con la maglia del Bayer Leverkusen

Nel suo caso il collegamento con i Reds sembra molto più di un tormentone social o un accostamento di sponsor. Secondo diversi giornali inglesi ci sarebbe un’offerta di 125 milioni di euro per il talento tedesco. A suo svantaggio, secondo i detrattori, lo stile di gioco di Klopp troppo veloce per i suoi standard. Ma è un’obiezione che anni fa si faceva anche nei confronti di Roberto Firmino: troppo lento, troppo compassato, fuori posizione. Poi abbiamo visto cosa è accaduto, gli effetti degli insegnamenti di Klopp sono sotto gli occhi di tutti e oggi Firmino è il più forte 9/10 in circolazione. Corsa, astuzia, velocità, posizione: il suo modo di stare in campo è decisivo nella squadra. Che possa essere così anche per Havertz?

di Daniele Calamia