Il “vero Almiròn” si è preso il Newcastle

0
136
Photo by Getty Images

L’andamento di un calciatore può variare da un momento all’altro ed è proprio quello che è capitato a Miguel Almiròn: etichettato troppo presto come un flop, ahimè anche dal sottoscritto, il giocatore paraguaiano si è preso il Newcastle con una serie di ottime prestazioni. La rinascita del “vero Almiròn” nel calcio d’Oltremanica ha un inizio preciso, il gol decisivo contro il Crystal Palace; da quel momento qualcosa, nella testa di questo talentuoso giocatore, è scoccato. Sono seguiti poi altri 3 gol, due in FA Cup e uno in campionato contro i Wolves. Al di là dei numeri, comunque, quello che vediamo in campo è un giocatore completamente diverso: molto più lineare e razionale nelle giocate, ma sempre con la grinta che lo contraddistingue fin dal suo arrivo sulle rive del Tyne.

Nella sterilità offensiva dei Magpies risplende la stella dell’ex giocatore dell’Atlanta, molto più al centro del gioco; da questo punto di vista Steve Bruce merita almeno una menzione per aver restituito al calciatore il suo ruolo naturale, quello di trequartista. Figurato sempre come un 5-4-1 in fase difensiva e un 3-4-3 in quella offensiva, in realtà Almiròn copre sempre una posizione centrale dietro la punta.

Finalmente la Toon Army vede la migliore versione del paraguaiano, quella versione che convinse Mike Ashley a farne l’acquisto più costoso della storia del club nel mercato invernale dello scorso anno. Miggy, come viene soprannominato dai tifosi bianconeri, è sicuramente il giocatore per permettere alla squadra di fare il salto di qualità; il progetto futuro del Newcastle non può prescindere dal talento sudamericano, o meglio, dalla sua vera versione.

GAETANO ROMANO