Le porte chiuse rischiano di essere disastrose per il Newcastle

0
288
Photo by Getty Images

Vedere il St. James’ Park vuoto provocherà una sensazione stranissima e soprattutto inedita. Negli ultimi anni, sebbene le contestazioni nei confronti di Mike Ashley, lo stadio è stato quasi sempre pieno; la pandemia, però, ha stravolto il mondo intero e, di conseguenza, anche il mondo del calcio. Il fattore casa è da sempre fondamentale per le sorti dei Magpies, come appare chiaro anche dai dati di questa stagione: dei 35 punti complessivi ben 21 sono stati conquistati in casa, frutto delle 5 vittorie, 6 pareggi e di 3 sconfitte. Le porte chiuse sostanzialmente azzerano il fattore casa e questo potrebbe essere ancora più pesante per il Newcastle. A tal proposito è intervenuto anche Paul Merson che ha dichiarato: “Credo che ci siano più di sei squadre che non sono al sicuro dalla retrocessione e potrebbero essere vulnerabili senza il supporto dei tifosi. Questo significa che squadre come il Newcastle, il Southampton e il Crystal Palace non possono rilassarsi. Io ho paura soprattutto per il Newcastle, poiché deve lottare senza 50.000 fantastici tifosi al suo fianco. I tifosi permettono di tenere alta la tua concentrazione, ti aiutano; senza pubblico perdi l’attenzione e il Newcastle potrebbe risentirne più di chiunque altro”. 

NEWCASTLE UPON TYNE, ENGLAND – JANUARY 01: General view inside the stadium ahead of the Premier League match between Newcastle United and Leicester City at St. James Park on January 01, 2020 in Newcastle upon Tyne, United Kingdom. (Photo by Nigel Roddis/Getty Images)

Alla ripresa della Premier League il Newcastle ospiterà un lanciatissimo Sheffield United e questo match sarà un ottimo banco di prova per i ragazzi di Steve Bruce. Quanto risentirà il Newcastle delle porte chiuse?

di Gaetano Romano

 

Gaetano Romano