STOKE-WBA 0-0: Potters spuntati, WBA sciupone

0
302

16 WBASTOKE CITY-WEST BROMWICH 0-0

Si chiude a reti inviolate la sfida del Britannia Stadium. Il WBA allunga la serie positiva a cinque partite e lo Stoke conquista un punto contro una delle squadre più in forma del campionato. Clarke preferisce Anichebe ad Anelka e conferma gli altri dieci che hanno fermato l’Arsenal prima della sosta. Fuori Jones e Crouch nello Stoke con Arnautovic unica punta supportato da Walters.

Parte meglio il WBA con Sessegnon che sfiora la rete a tu per tu con Begovic che salva il risultato con un miracolo.

Lo Stoke ci prova con Ireland su calcio di punizione, ma Myhill non si fa sorprendere.

Al 59° minuto il WBA reclama (a ragione) un calcio di rigore per atterramento di Adam su Berahino. L’arbitro lascia correre nonostante le proteste e pare proprio che la decisione sia errata.

Il pericolo scuote lo Stoke che prova a creare gioco ma appare veramente spuntato e privo di armi offensive in grado di fare male alla difesa organizzata dei Baggies. Ci provano Adam e Ireland, ma Myhill è sempre attento.

Nel recupero arriva la più limpida occasione della partita. Sessegnon semina la difesa avversaria e potrebbe tirare più volte ma preferisce arrivare a tu per tu con Begovic che gli nega il gol decisivo con il secondo grande intervento della partita. Appare comunque evidente la sciocchezza di Sessegnon che nonostante una bella azione ha voluto intestardirsi nel dribbling anche quando aveva tutto lo specchio della porta davanti a sé.

Si chiude così sullo 0-0 per un pari che va stretto al WBA per le occasioni create, ma che tutto sommato va bene ad entrambe le squadre. Lo Stoke necessita di un vero cambio di marcia perchè i soli quattro gol realizzati nelle prime otto giornate sono un campanello d’allarme da non sottovalutare per Mark Hughes.