Gesti di Fair Play entrati nella storia

0
311

Il calcio è da sempre un argomento molto controverso soprattutto quando si discute di singoli episodi. Non è raro trovare nei giornali sportivi polemiche riguardanti decisioni arbitrali controverse. In un primo momento si pensava che l’introduzione della tecnologia potesse diminuire le numerose polemiche post partita. Tutto ciò però non è avvenuto. Questi casi sono accentuati anche dai comportamenti antisportivi che poco hanno a che fare con i valori di uno sport di cui tutti noi siamo innamorati. A questa parte oscura del calcio composto da rivalità e contestazioni si contrappongono numerosi esempi di calciatori, che in alcune occasioni, si sono trasformati in autentici eroi del campo di gioco. Oggi elencheremo alcuni dei più famosi casi di Fair Play entrati nella storia del calcio:

  • Paolo di Canio è stato uno dei personaggi più controversi del panorama calcistico europeo degli anni 90. L’ex attaccante di Lazio e West Ham è stato, in più occasioni, bersaglio di critiche soprattutto per le sue posizioni politiche. Il 18 Dicembre 2000, Di Canio si rese protagonista di un atto di grande fair play quando bloccò il pallone con le mani evitando di segnare il gol della vittoria. L’attaccante italiano decise di non approfittare del momento propizio per segnare dopo che, attimi prima, l’ex portiere del Everton Paul Gerrard cadde a terra e crollò immobile. Soccorso l’estremo difensore, l’attaccante italiano si prese l’ovazione del Goodison Park. Nello stesso anno gli verrà conferito il premio Fifa Fair Play Award accompagnato da una lettera di complimenti dal ex presidente della FIFA, Joseph Blatter.

    Photo by Getty Images
  • Tutti i tifosi del Liverpool sicuramente ricorderanno Robbie Fowler, attaccante inglese celebre per i suoi numerosi gol all’ombra di Anfield. Non tutti ricorderanno il celebre gesto di fair play che lo vide chiedere di annullare un rigore concesso al Liverpool nel lontano 1997 in occasione della partita contro l’Arsenal. Fowler sbagliò apposta il rigore che però venne ribadito in rete da McAteer. Per questo suo gesto sportivo venne poi premiato con il Fifa Fair Play Award.
  • Il nome di Jan Vertonghen è noto a tutti. Il difensore centrale belga, nel corso degli anni, è diventato una certezza nella retroguardia degli Spurs dove gioca stabilmente da titolare negli ultimi anni. All’età di 19 anni, Jan fu il protagonista di un gesto di grande fair play. Il difensore belga ai tempi militava ancora nell’Ajax. Successe tutto in occasione di un infortunio avvenuto durante una partita contro il Cambuur. Vertonghen restituì il pallone alla squadra con un lancio che, involontariamente, si insaccò in rete. I giocatori dell’Ajax decisero di rispondere rimanendo immobile in occasione dell’azione del pareggio avversario.
  •  

    In questa lista dei gesti più belli non si può non citare il Loco Bielsa. L’allenatore argentino impose ai suoi di far pareggiare l’Aston Villa. Questa indicazione arrivò dopo che il Leeds United aveva trovato il gol con un giocatore della squadra avversaria a terra. Bielsa, in comune accordo con il direttore di gara, impose ai suoi giocatori di lasciar segnare l’avversario dopo la ripresa del gioco.