Il City fa guerra all’UEFA: “Multa? Preferisco pagare i 50 migliori avvocati al mondo!”

0
298

Per il momento il Manchester City è fuori dalle competizioni europee per i prossimi due anni e dovrà pagare anche una salatissima multa da 30 milioni di euro. È questa la clamorosa decisione dell’UEFA che venerdì sera ha annunciato la sanzione nei confronti del club di Manchester per aver violato i principi del Fair Play Finanziario in tema di sponsorizzazioni dai proprietari delle società.

Mano pesante e sanzione severa, a ribadire l’importanza del Fair Play Finanziario all’interno dell’UEFA, ma alla quale il Manchester City è pronto ad opporsi con tutte le sue forze.

Perché dopo aver annunciato l’ovvio ricorso che sarà presentato alla prima occasione utile, il tabloid britannico The Sun riporta il contenuto di una delle mail del legale del City, Simon Cliff, che studiando il caso durante il periodo delle indagini condotte dall’UEFA avrebbe riportato alcune dichiarazioni molto dure dello sceicco Mansour bin Zayed al-Nahyan proprietario del City. “Preferisco spendere 30 milioni di euro per pagare i migliori 50 avvocati al mondo e far guerra all’UEFA per i prossimi 10 anni che accettare questa sanzione” le parole che lo sceicco avrebbe riferito al suo staff. Prepariamoci ad una lunga battaglia legale.