Le tre cose che abbiamo imparato da Hull City-Chelsea 1-2

0
116

Dopo aver superato il Nottingham Forest al terzo turno, il Chelsea si prepara per la partita contro l’Hull City, valevole per il quarto turno di FA Cup. La partita inizia benissimo per il Chelsea, che al 6′ trova il gol del vantaggio con Batshuayi grazie ad un tiro deviato. Al 15′ il Chelsea ha l’opportunità di raddoppiare, ma Barkley spreca una grande occasione. La squadra di Lampard gioca benissimo e la squadra di casa non tira mai in porta. Nel primo tempo il Chelsea ha meritato il vantaggio, dato che l’Hull City non ha creato alcun pericolo alla difesa Blues.

photo by Getty Images

Nel secondo tempo le i padroni di casa cercano il gol del pareggio e per poco non lo trovano. Nel momento migliore dell’Hull City arriva però il raddoppio dei Blues grazie ad un colpo di testa di Fikayo Tomori. Il gol del 2-0 mette K.O i Tigers, che non riescono più a giocare palla a terra come era accaduto nei minuti iniziali della seconda frazione di gioco. Il gol che accorcia le distanze arriva al 78′ su una punizione di Grosicki deviata dalla barriera. Il Chelsea riesce a gestire il gol di vantaggio e vince agevolmente questa partita, la squadra di Lampard si proietta al prossimo turno di FA Cup.

FORMAZIONI

HULL CITY: 4-3-3 Long, McKenzie, Burke, Tafazolli, Lichaj, Lopes, Kane, Honeyman, Bowen, Eaves, Wilks.

CHELSEA: 4-3-3 Caballero, Azpilicueta, Zouma, Tomori, Alonso, Barkley, Kovacic, Mount, Hudson-Odoi, Batshuayi, Pedro.

MARCATORI: Batshuayi 6′, Tomori 64′

IL MIGLIORE: Michy Batshuayi, gioca una grandissima partita coronata da un gol, se Giroud andrà via, diventerà il degno sostituto di Tammy Abraham.

LE TRE COSE CHE ABBIAMO IMPARATO

  1. Seppur con il turnover Lampard fa giocare al meglio gli 11 scelti per affrontare le partite.
  2. L’Hull City non molla mai, i Tigers non si sono demoralizzati e hanno lottato fino all’ultimo secondo.
  3. Michy Batshuayi è una riserva di lusso. Non sempre ha dimostrato il suo valore da quando gioca per il Chelsea, ma se ritorna quello di Marsiglia è quasi impossibile contenerlo.

Filippo Accardo

Latest posts by Filippo Accardo (see all)