Fulham corner: Aleksandar Mitrovic è inarrestabile

0
178

L’ attaccante Aleksandar Mitrovic è ormai in forza al Fulham da tre anni e non ha mai dato segni di cedimento. I Whites si affidano a lui nei momenti di maggiore difficoltà e Mitrovic risponde sempre presente rivelandosi una garanzia per la squadra. E’ andato a segno anche nella partita precedente disputatasi sull’ostico campo del Birmingham e portata a casa con il risultato di 0-1 proprio grazie ad una rete del centravanti serbo. E’ successo solamente una volta in questa stagione in cui lui abbia scritto il suo nome sul tabellino e i Cottagers non abbiano guadagnato almeno un punto. Questo dato è in grado di dare una spiegazione al motivo per il quale riesca a trascinare i suoi compagni verso gli obbiettivi prefissati ad inizio campionato e per quale ragione si trovi già in vetta alla classifica dei marcatori. A quanto pare, salvo ulteriori sorprese, sarà Mitrovic ad ottenere il titolo di capocannoniere della Championship, sempre che questo suo sforzo non si rivelerà invano e darà un senso alla miriade di reti da lui finora segnate. Il goal non è mai stato un problema per lui, al Partizan fece 3 reti in 3 presenze e si ripeté al suo passaggio all’Anderlecht dove segnò trentasei volte in sessanta incontri. Questo suo fiuto lo perse al suo approdo in Inghilterra, dove inizialmente fece molta fatica ad affermarsi con il Newcastle, squadra per la quale disse di fare il tifo già da piccolo . Le speranze che i media serbi avevano risposto in lui risalirono non appena mosse i suoi primi passi sul magico manto erboso di Craven Cottage. Da quel momento anche con la nazionale maggiore inizierà a totalizzare sempre più presenze arrivando oggi ad essere uno dei punti fermi della squadra allenata da Tumbakovic, ancora in lotta per strappare un pass ad Euro 2020.

Questo periodo di forma continua da anni e non c’è da sorprendersi se a breve arriverà il tanto atteso salto di qualità, magari muovendosi di solo qualche chilometro cambiando quartiere di una città che lui stesso ha detto di amare. Mitro, questo il suo soprannome, sembra avere trovato a Londra la serenità che tanto gli mancava da bambino. Fu suo padre ad affermare che qualora Aleksandar non fosse diventato un calciatore professionista, la sua strada avrebbe preso una piega ben diversa e vista la sua adrenalina e la sua inarrestabile energia, avrebbe optato per la box o addirittura intrapreso la via del crimine. Mitrovic è sempre stato un ragazzo testardo e con una fiducia incrollabile nei propri mezzi ma ora sembra essersi dato una calmata, nonostante non lo lasci trasparire sul campo. E’ un uomo sicuramente più maturo e ha contribuito senza ombra di dubbio a questa sua crescita il legame con sua moglie e la nascita dei suoi due figli. Esattamente due giorni fa il profilo ufficiale del club ha pubblicato una foto che ritraeva il numero 9 del Fulham intento a preoccuparsi della salute di uno dei bambini incaricati di entrare sul terreno di gioco accompagnati per mano dei giocatori; il piccolo stava tremando e l’attaccante non ci ha pensato un attimo e gli ha subito messo il suo giubbotto per coprirlo. Mitro ha reagito come un vero padre ma non bisogna farci l’abitudine, perché in futuro non mostrerà questa bontà quando si troverà a tu per tu con il portiere avversario.

Luca Marcat