Cosa ci aspettiamo dal mercato dell’Everton?

L'Everton affronta il mercato di gennaio in una situazione di relativa tranquillità. Due nomi in entrata, uno fortissimo in uscita...

0
78

L’Everton di Carlo Ancelotti sta sicuramente vivendo, dopo tanti anni, una buonissima stagione. Il tecnico emiliano, arrivato ormai 13 mesi fa al posto di Marco Silva, ha issato i Toffees a ridosso della zona Champions League. Dopo una buona partenza e la successiva flessione a novembre, la squadra si è ripresa dalla vittoria con il Chelsea e, nonostante una sconfitta col West Ham in campionato e una vittoria ai supplementari in coppa contro il Rotherham, non può che ritenersi soddisfatta del corso della stagione. Ora siamo a gennaio, e l’Everton dovrà fare i conti col mercato. Cosa aspettarsi dunque?

Come si muovono i Toffees nei vari reparti

In porta indubbiamente Pickford è e rimarrà il numero 1 ancora per lungo tempo, non essendoci speculazioni di alcun tipo sul suo futuro. Il portiere di riserva invece vive una situazione in bilico. Robin Olsen, arrivato dalla Roma, vorrebbe rimanere a Goodison Park e anche Ancelotti ha espresso apprezzamenti per lui. Si tratta di capire a quanto i giallorossi vogliano liberarsene, considerando che già da tempo non rientra più fra i piani della squadra capitolina. Un eventuale affare fra le due squadre, secondo alcune voci, potrebbe includere la partenza di Bernard, ma Ancelotti ha spento sul nascere qualsiasi rumours: «Bernard è un nostro giocatore. Non parleremo con la Roma di lui».

In difesa invece Lucas Digne è appena rientrato dopo sei settimane di stop per infortunio. Il terzino francese inizialmente doveva rimanere fuori per tre mesi circa, ma la riabilitazione ha sortito effetti migliori di quelli sperati e contro il Rotherham il 27enne è tornato in campo. In conferenza stampa stampa pre-Wolverhampton Ancelotti ha addirittura aperto a un rinnovo che sarebbe imminente, togliendo Digne dalle grinfie di possibili acquirenti nell’immediato e nel più lontano futuro.

Sull’altra fascia invece si segue Djed Spence, 20enne del Middlesbrough che quest’anno sta giocando benissimo dopo essere stato molto vicino all’addio lo scorso anno. L’Everton affronta una ricca concorrenza visto che il classe 2000 ex Fulham interessa a Wolverhampton, Crystal Palace e Newcastle. Sempre nel nord Inghilterra i Toffees sarebbero interessati a Marcus Tavernier, classe 1999 e compagno di Spence che, come quest’ultimo, sarebbe seguito da diversi club di Premier League. La faccenda qui è ancora più complicata perché il Boro ha fatto firmare al giocatore un lungo contratto meno di un anno fa nella speranza di tenerlo e poter tornare in Premier dopo quattro anni.

L’attacco, il mercato dell’Everton si gioca qui

Qui la situazione promette scintille per l’Everton in vista del mercato estivo, se non già in questa sessione. Tosun e Kean sono nomi spesso pronunciati nell’ultimo periodo a Goodison Park per motivi diversi. Il turco ad esempio è ritornato a giocare una partita intera in blu per la prima volta dopo otto mesi, a causa della rottura del crociato rimediata mentre si trovava in prestito al Crystal Palace. Nonostante un gol segnato e un altro annullato dal VAR, Tosun sembra essere in uscita, anche se non vengono riportate squadre particolarmente interessate a lui. L’esplosione di Calvert-Lewin però, almeno a Liverpool, gli ha definitivamente negato la possibilità di partire titolare.

Discorso totalmente diverso su Kean, attualmente in prestito al PSG dopo un anno non esaltante a Liverpool. Il centravanti piemontese sta giocando la sua miglior stagione in carriera, con 11 gol in 18 partite in tutte le competizioni, e il PSG starebbe aprendo a un trasferimento definitivo. Ancelotti ha fatto intendere che, se il giocatore lo desiderasse, una cessione permanente potrebbe verificarsi. Dall’altro lato invece il Daily Mail riporta una notizia contrastante, secondo cui i Toffees starebbero esitando ad aprire a tale possibilità.

di Daniele Calamia

Daniele Calamia
Latest posts by Daniele Calamia (see all)