Il tifoso-allenatore sta smentendo tutti: che inizio per i bianconeri

0
248

Arrivato in un clima di sfiducia e scetticismo, Steve Bruce sta facendo benissimo portando i bianconeri a ridosso della zona europea: 19 punti in 15 giornate, +4 dalla zona retrocessione e a soli 4 punti di distanza dalla zona europea. La partita di Bramall Lane, conclusasi con la vittoria per 2-0 dei bianconeri, è un sigillo importante, uno schiaffo morale a tutti coloro, tifosi e non, che a inizio stagione screditavano il manager inglese.

Sia per i suoi precedenti al Sunderland che per l’addio di un’istituzione come Rafa BenitezBruce è stato accolto male dalla Toon Army, alla quale in fondo lo stesso manager inglese appartiene; sì, perché Steve è un grande tifoso del Newcastle, squadra che ama sin da bambino; è un vero Geordie essendo nato e cresciuto a Corbridge, piccola cittadina del Northumberland, a soli 26 chilometri di distanza da Newcastle upon Tyne: tifoso-allenatore con molte somiglianze, da questo punto di vista, con Chris Wilder.

Un inizio così, in termini di punti, non si vedeva da tempo, probabilmente dalla gestione Pardew che culminò con la qualificazione all’Europa League. Rispetto alla scorsa stagione, sono 6 i punti in più in classifica e soprattutto la zona europea è molto più vicina rispetto alla classifica dello scorsa stagione dopo le prime 15 giornate. L’obiettivo, chiaramente, resta quello della salvezza, ma sognare è lecito. Insomma, Steve Bruce merita credito e complimenti, avendo battuto non solo i suoi avversari in campo, ma anche i tanti pregiudizi e gli affrettati pareri di molti.

 

GAETANO ROMANO

Gaetano Romano

20 anni, sono nato e vivo a Napoli. Studente di Lettere Moderne, divido la mia vita tra lo studio e la passione per la Premier e il giornalismo sportivo. Il Newcastle occupa completamente il mio cuore sperando di rivedere i Magpies degli anni d'oro.