C’è qualcosa di più importante a cui pensare

Sebbene il Pallone d'Oro non sia andato a Virgil Van Dijk c'è qualcosa di più importante a cui pensare. Oggi è tempo di Merseyside Derby!

0
82

Gli ultimi giorni sono stati parecchio intensi in casa Liverpool. Da quanto accaduto in Champions fino all’esito della votazione per l’assegnazione del Pallone d’Oro. Passando per il weekend, in cui i Reds hanno avuto una partita luci e ombre contro il Brighton, pur vincendo la partita. Soprattutto quando accaduto a Virgil Van Dijk potrebbe essere oggetto, a ragion veduta, di ore di discussione. Ma non c’è tempo, c’è qualcosa di più importante a cui pensare. Stasera in campo torna la Premier, torna ad Anfield, e con una partita extra lusso: il Merseyside Derby!

11 titolare decimato

Contro il Napoli è andato KO Fabinho. Il centrale brasiliano, perno del centrocampo del Liverpool ormai da un anno, ha rimediato un brutto infortunio alla caviglia che lo vedrà fuori fino al nuovo anno. Come se non bastasse, contro il Brighton Alisson ha rimediato un’espulsione sacrosanta, lasciando i pali della porta ad Adrian. Il portiere andaluso si è comportato benissimo durante l’infortunio del suo numero 1, per cui Klopp ripone totale fiducia in lui. Ancora fuori Matip, ciò significa che, a meno di imprevisti, Dejan Lovren manterrà anche nel derby quel posto da titolare che sta mantenendo (e molto bene) sin dalla vittoria fondamentale contro il Leicester di inizio ottobre.

A pochi centimetri dal trofeo

La vittoria della Champions League ha dato quest’anno al Liverpool la possibilità di vedere nominati 7 Reds nei primi 30 posti nella classifica del Pallone d’Oro. Tre in top five, solo uno sul podio. In molti si sono chiesti come mai Virgil Van Dijk non abbia sollevato il trofeo assegnato annualmente da France Football.

[LEGGI QUI L’APPROFONDIMENTO SULLA PREMIAZIONE]

Una spiegazione possibile potrebbe essere data dal fattore numero: tanti giocatori dei Reds, tanti voti dispersi.

Photo by Getty Images

Già prima della premiazione l’olandese immaginava che Leo Messi sarebbe stato il suo più grande avversario. Uno dei più grandi giocatori che abbiano mai calcato il prato verde. Alla fine l’ha spuntata proprio il fenomeno argentino, potendo contare su una grandissima platea di voti extra europei.

Il numero 4 dei Reds dal canto suo ha fatto un anno difficilmente ripetibile per un difensore. Primo dribbling subito a settembre (interrompendo una striscia record che durava da 20 mesi).

Photo by Getty Images

Ottimo numero di gol per un difensore, di cui due doppiette: una al Brighton qualche giorno fa, una al Watford (nella foto sopra la sua esultanza, ndr) in inverno. Diversi premi individuali sia a livello europeo che inglese che, insieme ai grandi traguardi di squadra, si aggiungono alla straordinaria bacheca di van Dijk del 2019.

Nello resa dei conti contro l’asso del Barcellona poi, van Dijk ha contribuito in maniera decisiva a trascinare la propria squadra in finale di Champions League. Di Messi ricordiamo la foto da solo in mezzo al campo con il tabellone recante il 4-0 subito sopra di lui. Come lui stesso ha dichiarato, il prossimo anno l’obiettivo sarà rimanere fra i grandi e tentare di fare ancora di più.

Un grande mercoledì di Premier

Tolti di mezzo qualsiasi ulteriori motivi di recriminazione, sia Big Virg che il resto della combriccola rossa si sta preparando per un grande mercoledì di Premier. Ad Anfield arriverà l’Everton: un lungo viaggio, se consideriamo che i Reds e i Toffees hanno i loro quartier generali distanti solamente poche centinaia di metri.

[NE AVEVAMO PARLATO QUEST’ESTATE]

Una partita bellissima, che ha già il record di cartellini rossi nella storia del calcio inglese, e che promette spettacolo. Da un lato un Everton in netta difficoltà, in lotta per non retrocedere ma proveniente da una buonissima prestazione al King Power Stadium di Leicester. Fuori dal campo, l’ottima notizia del rinnovo di Richarlison fino al 2024. Dall’altro il Liverpool che, dopo la vittoria del City sul Burnley di ieri, proverà a rimettere undici punti di distanza fra sé e i Citizens. Sempre ricordandosi dei ragazzi terribili di Rodgers che qualche giorno fa, nel recupero, si sono aggrappati ad un grande secondo posto in classifica. Sì, c’è davvero qualcosa di più importante a cui pensare.

Una rivalità incredibile in campo, in città, ma con un rispetto massimo da entrambe le parti. Molte le attività di beneficenza condotte da entrambe le squadre, spesso anche negli stessi eventi. E come dimenticare la vicenda Hillsborough, dove i Toffees non hanno mai fatto mancare il proprio supporto ai Reds, sia nella buona che nella cattiva sorte.

https://www.instagram.com/p/B5pLNRXAUvS/

Due squadre che si ritroveranno ad Anfield stasera ma solo per un primo tempo. Il secondo? Ma il terzo turno di FA Cup naturalmente, ad inizio gennaio. Un match già visto due stagioni fa, in cui i Toffees pareggiarono sperando di portare la partita al replay. Poi arrivò un difensore a incornare il vantaggio definitivo dei Reds. Un esordiente, con la maglia numero 4.

Chi trionferà stasera? Sarà il campo a parlare. Appuntamento alle 21.15, con delle interessanti novità di formazione da entrambe le parti!

LA FORMAZIONE UFFICIALE DEI REDS

https://twitter.com/LFC/status/1202305389804630017

LA FORMAZIONE UFFICIALE DEI TOFFEES

https://twitter.com/Everton/status/1202305383240470528

Daniele Calamia

Daniele, 22 anni. Palermitano, studente di Economia.
"2.5.15, ultimo gol di StevieG ad Anfield, io c'ero!".